Workshop

E’ un laboratorio creativo che tende a mettere a nudo la vera anima del fotografo, le inclinazioni e le pulsioni anche inconsce che ne guidano l’obiettivo. E’ un percorso alla ricerca della forma migliore per esprimere se stessi e ciò che preme dentro, che lotta per uscire, per affermarsi.
Una volta acquisita la tecnica fotografica, e’ necessario vivere delle esperienze, e’ attraverso queste che si arricchisce il nostro linguaggio e prende forma la nostra visione.

Non servono zaini pieni di attrezzatura per scattare buone fotografie, e’ meglio attrezzare la mente, leggere libri , studiare i lavori dei grandi autori del passato.

Un fotografo quando non scatta pensa alle foto che fara’ il giorno dopo, a cosa lo incuriosisce così tanto da volerlo raccontare per immagini.

Una buona foto nasce nella testa, anche quando sembrerebbe casuale e improvvisa, come durante un reportage, dove non sempre si è consapevoli di cosa può apparire svoltando l’angolo.

La nostra preparazione mentale ci mette nella condizione di vedere ciò che ci appare davanti e scattare ancor prima che gli occhi ne registrano la visione. Qualcuno potrebbe definirlo istinto, ma senza l’idea dietro il concetto non avrebbe sviluppo.

Il fotografo Mario Giacomelli scrisse: “La fotografia è una cosa semplice. A condizione di avere qualcosa da dire.”